Polpo Mario, un istituzione della cucina a base di pescato. E sull’onda del successo nascono un’osteria, l’enoteca, ricettari e un magazine dedicato.

GENOVA. Per tutti è semplicemente il polpo. Ma il mollusco dagli otto tentacoli è il simbolo e il portafortuna di tutta la carriera di Rudy Ciuffardi, ideatore e patron di diversi ristoranti e locali di successo a Sestri Levante (GE).
L’impero di Rudy, classe 1946 e l’entusiasmo di un ventenne, conta oggi il ristorante Polpo Mario, l’osteria La Cantina del Polpo e l’ultimo nato, Il Polpino, una raffinata enoteca-rhumeria a due passi dalla Baia del Silenzio, la spiaggia più fotografata e romantica di tutta Sestri.

UN IMPERO TRA GASTRONOMIA E TURISMO

Ma non solo: il pirotecnico Rudy, che crede e scommette nel turismo, controlla anchela discoteca la Piscina dei Castelli e gestisce il ristorante del Grand Hotel dei Castelli, l’indirizzo più esclusivo dell’ospitalità sestrese. Senza contare il suo giornale, il Polpo Press, e i libri di ricette e di fiabe di cui è autore e che ha dedicato al suo primo amore: il polpo, appunto.

“Ho iniziato questa attività negli anni sessanta, con un ristorante – se così si può dire – ricavato dalla gabina di comando di una nave che avevo ancorato a uno scoglio – racconta Rudy – Si poteva raggiungere solo in barca, non c’erano ne luce ne gas, ma i clienti non mancavano”.
Nel 1980 Rudy, abbandonato il suo scoglio, apre il ristorante Polpo Mario.
Qui la cucina è sempre a base di prodotti freschissimi. Già perchè il nostro Rudy è anche capitano di un peschereccio che tutti i giorni va per mare e pesca per i clienti gamberoni, scampi, triglie, polpi, moscardini e tante altre varietà di pesce.
Le ricette proposte sul menù arrivano soprattutto dall’esperienza di Nena Ciuffardi, mamma di Rudy e depositaria dei più antichi segreti della cucina della Riviera e dell’entroterra ligure. Al Polpo Mario non mancano mai i famosi primi alle alghe marine fresche (che Rudy coltiva nel suo orto sottomarino), gli spaghetti al ragù di polpo e altre specialità – preparate con cura dallo chef Daniele Guidi – come la sopressata e il patè di polpo, le frittelle di gamberi e asparagi di mare e il celebre fritto misto.
Grande attezione, sia al Polpo Mario sia al vicino La Cantina del Polpo, è dedicata ai vini: la Sommelier Morena ha selezionato oltre 500 etichette delle più note produzioni liguri.

EVENTI

Alla carta dei vini si è poi aggiunta una nuova passione, quella per i rum, che Rudy ha imparato a conoscere e selezionare durante innumerevoli viaggi a Cuba. I migliori distillati vengono proposti nelle sale del Polpino, inaugurato nel 2002, con un’atmosfera calda e accogliente fatta di soffitti a volta e antiche colonne.
Per promuovere ancora di più la migliore cucina locale, e non solo, Rudy ha inventato le serate gastronomiche che si svolgono il venerdì: sono andati in tavola menù ispirati al Capitano Nemo (sopressata di polpo, frittelle di alghe e gamberetti, stecchi di magro all’arziglio, paella, rotolo di ombrina e alghe al vapore, bavarese ai marroni in salsa caki) o ai crostacei (con cozze alla provenzale, cestino di formaggi con gamberoni e topinanbour, risotti ai bati-bati, ravioli di branzino al ragù di crostacei, spiedino misto di mare in salsa zafferano, rollatina siciliana i salsa cannella) tutti accompaganati da vini locali.
Il prezzo per queste degustazioni è di 35€ a persona.